Benvenuti nel sito della Triplice Cinta Druidica

Benvenuti nel sito della Triplice Cinta Druidica - Triplice Cinta Druidica

La Triplice Cinta Druidica è rappresentata da un simbolo molto antico, che qui racconta dei tre gradi di esperienza necessari ad acquisire la Conoscenza Druidica. Le linee che si muovono fra i tre riquadri rappresentano il passaggio del sapere e al contempo l'apporto al gruppo di tutto ciò che ogni persona può portare, contribuendo così all'evoluzione della Triplice Cinta stessa.


Il simbolo racconta anche del fondamentale richiamo alla triplicità, base di tutto il modello di pensiero druidico. 

Muoviamo i primi passi ad Alban Arthan del 2015, ma ufficializziamo la nostra nascita al Solstizio d'estate del 2016, in concomitanza con una meravigliosa Luna piena.

Il nostro intento è quello di sperimentare, conoscere e se possibile aprirci a nuovi compagni di viaggio, con la benedizione degli Dei, degli Spiriti di queste terre e dei nostri Antenati. A tutti loro offriamo questo nostro percorso, sia che porti ad un lungo cammino condiviso sia che ci permetta semplicemente di conoscere più profondamente noi stessi.

Per fare questo cammineremo fianco a fianco del Cerchio Druidico Italiano (di cui la Triplice Cinta vuole essere Bosco ed emanazione sul nostro territorio) e del nostro Maestro ed Amico, Ossian.

Principi del Druidismo (fonte: Cerchio Druidico Italiano)

1. Onorare gli antenati:

Ricordarsi da dove arriviamo, delle nostre radici famigliari. Trarre forza dal passato dei nostri avi, dagli insegnamenti del passato. Celebrare con gli spiriti dei nostri Antenati.

2. Rispettare la parola data:

Mantenere fede a quello che viene detto, non promettere ciò che non si può mantenere. Dare valore a ciò che si dice e alle promesse che si fanno. Impegnarsi nel mantenere le proprie promesse.

3. Coerenza delle proprie idee:
Diretto rapporto tra pensiero e azione e coerenza fra le due cose. Credere nelle proprie convinzioni.

4. Amore per la natura:
Rispetto per la natura in tutte le sue forme: animali e vegetali.

5. Credere negli spiriti:
Conoscere la dimensione non ordinaria e i suoi abitanti. Lavorare con gli spiriti, con le forze sottili, con le energie spirituali. Avere chiarezza prima di fare qualsiasi lavoro con loro e conoscerli prima di utilizzare il loro potere.

6. Rispetto per gli anziani che insegnano:
Rispetto non significa sudditanza, ma dare il giusto valore a chi dona agli altri la propria conoscenza, specialmente a chi da tempo ha intrapreso il sentiero della conoscenza druidica.

7. Consapevolezza:
Accettare la tradizione. Conoscere la ragione di ciò che si fa, i simboli, i costumi.

8. Amore per la storia:
Guardare al passato per costruire il futuro.

9. Conoscenza e rispetto dei principi naturali:
Armonizzarsi con le stagioni, le fasi lunari, solari, la ruota dell’anno.

10. Celebrare l’armonia:
Non professare il caos o rendere disarmonico un rapporto tra cose e persone.

11. Rispetto per se stessi e amore per il proprio corpo:
No all’autolesionismo, noi siamo quello che mangiamo e beviamo, cura del corpo. Volersi bene e avere stima di sè stessi. Evitare dipendenze sia mentali che corporali che possono danneggiarci. Evitare l’eccesso, sia eccedente che in difetto.

12. Ecologia dell’ambiente:
Mettere in pratica in base alle proprie possibilità, più regole ecologiche possibili e lavorare attivamente per lo sviluppo della scienza ecologica e per la salvaguardia dell’ambiente. Lavorare per la rieducazione ambientale.

13. Amore per la giustizia:
Combattere la menzogna e la falsità. Rispetto per le regole.

14. Amore per le storie e la mitologia:
Studio e analisi delle leggende per la codifica delle tradizioni celtiche e druidiche. Sottolineare l’aspetto territoriale locale.

15. Amore per la bellezza:
Amore per l’arte, l’armonia, la bellezza interiore ed esteriore, il macro e il microcosmo, le arti figurative.

16. Amore per la vita:
I Druidi celebrano la vita e non la morte e cercano di proteggerla, ma soprattutto celebrano il cerchio della vita seguendone il ciclo naturale. 

17. Rispetto reciproco e delle diversità:
I Druidi non fanno distinzione di razza e sessualità ed è concessa la libertà di pensiero e di parola.

18. Riti di passaggio:
Sacralizzare e celebrare i solstizi e le quattro feste del fuoco, ma anche i riti di passaggio della vita dell’uomo: nascita, unione, morte.

19. Riconoscere il valore:
Riconoscere il lavoro degli altri e rispettarlo.

20. Rispetto per l’uguaglianza:
Il druidismo moderno è un organo circolare e non piramidale.

 

Triplice Cinta Druidica

Dove siamo

Triplice Cinta Druidica